Musicians

Gianni Maestrucci

percussionista

 

Si diploma nel 1995 in strumenti percussione con il massimo dei voti, nel conservatorio della  sua città, sotto la guida dei maestri Antonio Caggiano e Riccardo Balbinutti. Si perfeziona seguendo masterclasses e lezioni di David Friedman, Andrea Dulbecco, Mike Rosen, Mike Mainieri, Gert Mortenzen, Mike Quinn, Evelyn Glennie.  Collabora intensamente per 15 anni (1994-2009) con l’orchestra del Teatro Regio di Torino e con gli organici da camera dell’ente, per i quali ha composto brani originali e arrangiamenti e dal 2005 partecipa assiduamente a produzioni dell’Orchestra Città Aperta dell’Aquila specializzata nella produzione di musica da film (“La bella addormentata” M. Bellocchio, “Andiamo a quel paese” Ficarra Picone..) e sonorizzazioni live di film muti (restauro ed incisione delle musiche dei film in DVD “The Gold Rush” e “A Woman of Paris” di C. Chaplin sotto la direzione di Timothy Brock). E’ membro fondatore dell’ensemble Tetraktis Percussioni. In più di 20 anni d’attività, l'ensemble ha svolto concerti in tutta Italia,e tournée in Europa, Africa, Nord America e Asia.  Affrontando gli ambiti musicali più vari, ha collaborato in progetti live e discografici con Giovanni Sollima, Nicola Piovani (“La vita è bella” R. Benigni), Jonathan Williams (primo corno BBC Orchestra), Alessandro Carbonare, Alessio Allegrini, Terry Riley, Stefano “Cocco” Cantini, Joe Chamber, Carlo Crivelli, Pietro Tonolo, Ramberto Ciammarughi, Domenico Castaldo, Fernando Sulpizi,  Riz Ortolani, Elio Pandolfi,  Nico Gori, DJ Ralf, Fabrizio Nocci, Philip Geist, Lorenzo Cherubini “Joavanotti”. Dal 1999 ricopre il ruolo di vibrafonista nella Perugia Jazz Orchestra diretta da Mario Raja. Dal 2003 lavora in varie produzioni di teatro musicale, laboratori e progetti di ricerca con il Laboratorio permanente sull’arte dell’attore di Domenico Castaldo (Torino). Ha inciso e realizzato progetti discografici per etichette quali Universal, Decca, Brilliant Classics, Quadrivium, Rara e suonato nell’ambito di stagioni e festival quali Stresa Festival, Ravello Festival, Biennale di Venezia, Umbria Jazz, Settembre Musica (Torino), Società del Quartetto (Milano), Amici della Musica di Firenze, Lingotto Musica (Torino), Unione Musicale (Torino), Materadio (Matera), Accademia Filarmonica Romana, Goethe Institute, Grotowsnky Institute (Polonia). Alla batteria e percussioni, collabora stabilmente al progetto “Swing…Ando” di Antonio Ballarano proponendo riletture in chiave etno/jazz/popolare di selezionati classici della musica leggera italiana. Nel  novembre 2014 ha svolto lezioni e masterclass di percussioni e batteria presso la scuola “LEGATO MUSIC” di Kota Kinabalu – SABA Malesia. Ha coperto dal 2011 al 2015 il ruolo di Direttore didattico della Musical Academy di Perugia. Dirige laboratori ritmici e gruppi di percussioni (Umbria Rhythm Lab, Assalto Ritmico) in vari contesti didattici e formativi e svolge attività didattica presso la Musical Academy di Perugia.

Laura Mancini

percussionista

 

Si forma presso il Conservatorio di Musica di Perugia laureandosi  con il massimo dei voti e la lode. Parallelamente agli studi musicali si laurea in Ingegneria Civile presso l’Università di Perugia.

Si perfeziona con Leigh Howard Stevens, Ney Rosauro, Emmanuel Sejourneè, Maurizio Ben Omar, Stefano Cantarelli e, alla Sibelius Academy di Helsinki, con Olli-Pekka Martikainen, Sami Koskela e Antti Rislakki.

E' membro dell’ensemble Tetraktis Percussioni, quartetto di storia ventennale riferimento per le percussioni in Italia con cui porta avanti attività di ricerca artistica e divulgazione e nel 2013 incide un disco per l’etichetta Decca. E’ fondatrice, nel 2014 dell'Ensemble Suono Giallo (disco omaggio ad Alberto Burri 2015).

La sua attività cameristica spazia dalla musica barocca alla contemporanea: con l’ensemble Ludus Gravis (con cui nel 2009 incide un disco dedicato a Galina Ustwolskaja per l’etichetta Wergo). Collabora inoltre con Nyky Ensemble e SE Ensemble (Finlandia), con il Duo Nartex, Billi Brass Quintet, Ensemble Strumentale O.T.Li.S.. Da ricordare, inoltre, le collaborazioni con Stefano Scodanibbio, Butch Morris, Alessandro Carbonare, Ramberto Ciammarughi, Jonathan Williams, Edison Studio, Alessio Allegrini.

L’attività orchestrale la vede collaborare stabilmente con l’Orchestra del Teatro Regio di Parma (tourneè a Pechino - NCPA e Bilbao - Palacio Euscalduna), l’Orchestra Sinfonia Veneta, l’Orchestra Sinfonica di Perugia e dell’Umbria, il Brass ensemble del Conservatorio di Perugia, la Camerata Strumentale Città di Prato, l’Orchestra dell’Università degli Studi di Perugia, l’Orchestra filarmonica del Centro Italia, l’Orchestra da Camera di Perugia. Si ricordano inoltre le collaborazioni con la Human Rights Orchestra,  Orchestra Città Aperta (L’Aquila), United Artists for Peace Chamber Orchestra, l’Orchestra del Royal Northern College of Music Manchester, la Sibelius Academy Symphony Orchestra.

Dedita alla diffusione della nuova musica si esibisce con queste formazioni in alcuni dei più prestigiosi festival e stagioni concertistiche europee, fra cui Musica D’Hoy (Auditorio Nacional di Madrid), Imago Dei (Krems – Vienna), AngelicA (Bologna), Società del Quartetto (Sala Verdi – Milano), Rassegna di Nuova Musica (Macerata), Cantiere Internazionale D’Arte (Montepulciano), Musiikkitalo (Helsinki), NYCEMF (Brooklyn, New York City), Meng Minwei Concert Hall (Pechino), Ravenna Festival, Ravello Festival, Stresa Festival, Festival Mantica (Cesena), L’Aquila Contemporanea Plurale (Auditorium del Parco L’Aquila), Associazione Alessandro Scarlatti (Napoli), Sagra Musicale Umbra, Festival dei 2 Mondi Spoleto, Festival delle Nazioni (Città di Castello). Incisioni discografiche con le etichette: Wergo, Decca, Brilliant Classic, A Simple Lunch, Quadrivium, Cemat.

Nell’ambito del teatro di avanguardia lavora con Emilia Romagna Teatro e China National Peking Opera Company.

Attualmente docente della classe di strumenti a percussione presso il Liceo Musicale Angeloni di Terni, Laura Mancini è nata a Città di Castello nel 1984 e risiede a Perugia.

Leonardo Ramadori

percussionista

Nato a Foligno (PG) il 16 ottobre 1968.

Vive e studia a Perugia conseguendo prima la maturità classica e poi il diploma in “Strumenti a Percussione” presso il Conservatorio Statale di Musica “Francesco Morlacchi” sotto la guida del M°Alessandro Tomassetti con la votazione di 10/10.

Durante e dopo il corso di studi al Conservatorio ha seguito corsi di perfezionamento con vari Maestri tra i quali G. Mortensen, D. Friedmann, D.Humair, R. Schulkowsky, R. Van Sice, J. Faber.

Dopo sporadiche esperienze nel mondo della musica classica inizia nel 1992, in seguito ad audizioni nelle quali è risultato idoneo, a collaborare costantemente con varie orchestre italiane nel ruolo di percussionista tra cui l’Orchestra dell’E.A.R. Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” di Catania , l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (Tournèe in Sud America 1999 ed altri contratti), l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala (Tournèe in Giappone 1997, Festival Mozartiano di Salisburgo, Musicverheim di Vienna, Lugano ed altri contratti), l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Human Rights Orchestra (Lucerna KKl e altri concerti).

Ha lavorato ,tra gli altri, sotto la direzione dei Maestri Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Daniel Oren, Giuseppe Sinopoli, Mitislav Rostropovic, Elihau Imball, Antonio Pappano.

Ha collaborato con diverse formazioni di Musica da Camera tra le quali Artisanat Furieux Ensamble, Hyperprism percussioni, Musica Novecento Ensemble, Kaleido Ensamble, Soqquadro Italiano, I Bassifondi.

Ma è con Tetraktis Percussioni, di cui è fondatore insieme ad altri percussionisti umbri, che ha svolto la maggior parte dell’attività cameristica esibendosi in Italia, Germania, Turchia, Svezia, Nigeria e Stati Uniti d’America ottenendo ottimo riscontro di pubblico e di critica. Sempre con Tetraktis a partire dal 2014 in collaborazione con gli Amici della Musica di Foligno svolge ogni anno Master Class rivolte a percussionisti interessati ad approfondire il repertorio cameristico per percussioni.

Dal 2001al 2009 collabora come percussionista con il chitarrista e compositore Battista Lena in varie formazioni. Vanta diverse collaborazioni anche nel mondo della musica di confine (jazz, etnica, pop, contemporanea): Jovanotti, Xavier Girotto, Luciano Biondini, Andrea Dessì, Massimo Tagliata, Mietta, Alessandro Altarocca, Silvia Donati, Krama Ensemble, DJ Ralf, Ramberto Ciammarughi.

Ha svolto per molti anni un’assidua collaborazione con diverse compagnie di teatro di prosa come percussionista di scena o come autore di musiche di scena o sonorizzazioni ( Chartago Teatro, Fontemaggiore, Teatro stabile dell’Umbria, Segni Particolari).

Dal 2003 collabora come coordinatore del Progetto “Musica per Crescere” insieme all’oboista Simone Frondini con la Fondazione Perugia Musica Classica onlus: il progetto si occupa di creare, realizzare e divulgare concerti, lezioni-concerto e spettacoli musicali per bambini e ragazzi.

In formazioni orchestrali o cameristiche ha frequentato vari Festival e rassegne tra le quali il Musikfestspiele di Potsdam (D), Musica Verticale di Roma, Demiourgos di Torino, Rencontres Musicales d’Evian (F), Ravenna Festival, Musicverheim di Vienna (A), Mozart Festival di Salisburgo, Lingotto Musica, Amici della Musica di Firenze, Amici della Musica di Palermo, Amici della Musica di Perugia, Spoleto Festival, Ferrara Musica, Società del Quartetto di Milano.

Ha pubblicato per la Margiacchi Edizioni Musicali quattro libri di esercizi ritmici per gruppi dedicati all’apprendimento della scrittura ritmica e alla pratica della musica d’insieme (“Il Corpo Sonoro”, “Ta-Pa-Ciaf-Bum”, “Tre Filastrocche”, “Musica Senza Strumenti”).

Svolge attività didattica  presso varie Scuole di Musica nella sua regione.

Svolge laboratori ritmici rivolti ad attori, danzatori e cantanti in collaborazione con il M° Bruno De Franceschi per l’Associazione “Segni Particolari”.

Ha insegnato “Strumenti a Percussione”  presso il Conservatorio Statale di Musica “G.Tartini” di Trieste.

Insegna presso il Conservatorio  “U.Giordano” di Foggia – Sezione di Rodi Garganico.

Ha partecipato a diverse trasmissioni radiofoniche nazionali in diretta e differita (Radio Tre Suite, La stanza della Musica, Radio Tre in Festival da Cervia, Materadio.

Ha registrato per RAI, Mediaset, PH Musicworx, Fonit Cetra, Label Bleu, Universal, Decca, Brillant.

Gianluca Saveri

percussionista

Diplomatosi in strumenti a percussione con il massimo dei voti, dedica gran parte della sua carriera alla musica orchestrale e a quella da camera come fondatore del quartetto Tetraktis Percussioni di Perugia.
Il gruppo si esibisce dal 1993, in campo nazionale e internazionale e ha all’attivo molti CD: “Millennium Bug”, “Drama” e “Liaisons Dangereuses” “Piazzarama”, con brani originali composti e dedicati a Tetraktis da autori italiani come Giovanni Sollima, Carlo Boccadoro, Tonino Battista, Ramberto Ciammarughi e altri. Tetraktis Percussioni è presente nel CD “Safari” di Lorenzo Jovanotti.
Nel novembre 2013 è stato presentato dalla DECCA Records il CD “Invenzioni” del quale sono protagonisti il solista Alessandro Carbonare al clarinetto e l’ensemble Tetraktis Percussioni.
Nel dicembre 2016 verrà presentato un lavoro discografico per la Brillant Classic dedicato agli autori che nel Novecento, hanno composto importanti brani per strumenti a percussione: Varèse, Chávez, Powell, Harrison, Cage, Reich. Per il 2017 è prevista la presentazione di un nuovo lavoro discografico con l’etichetta DECCA, in collaborazione con il Trio Metamorphosi

 Nel 2021 uscirà un nuovo Cd dedicato ai compositori italiani contemporanei. Questo lavoro vede partecipi compositori come Federico Gardella, Riccardo Panfili, Mauro Montalbetti, Claudio Ambrosini, Stefano Gervasoni, Gianvincenzo Cresta. Le composizioni sono dedicate al quartetto Tetraktis Percussioni.
L’ensemble vanta collaborazioni con Alessandro Carbonare (clarinettista), Alessio Allegrini (corno), Philipp Geist (videoartista), Ramberto Ciammarughi (pianista jazz) ed è invitato da importanti Festival, associazioni italiane e straniere: Lingotto Musica, Amici della Musica, Teatro Regio di Torino, Rai Radio Tre, Gesellschaft für Kammermusik in Lucerne (CH), Ferrara Musica, Musica Insieme Bologna, Filarmonica Romana, Società del Quartetto di Milano, Ravenna Festival, Ravello Festival, Stresa Festival, Associazione concertistica A. Scarlatti di Napoli, IUC, Lucca Classica, Macerata Opera Festival, Università americane.
Gianluca Saveri è stato 1° percussionista della Mahler Chamber Orchestra diretta da Daniel Harding (2002/2006), ed è membro della prestigiosa Lucerne Festival Orchestra diretta fino al 2013 da Claudio Abbado. Con la stessa ha inciso per la Virgin Classic e per la Deutsche Grammophon., per la TV Arte, EuroSat e altre emittenti internazionali, esibendosi nei più prestigiosi auditorium.
È stato inoltre diretto da Lorin Maazel, Mstislav Rostropovich, Georges Prêtre, Giuseppe Sinopoli, Riccardo Muti, Christopher Hogwood, Eliahu Inbal, Rafael Frühbeck de Burgos, Yuri Temirkanov, Antonio Pappano, Pierre Boulez, Gustavo Dudamel, Riccardo Chailly.
Risultato idoneo in numerose audizioni, ha collaborato con i più importanti enti sinfonico-teatrali italiani: Teatro dell’ Opera di Roma, Comunale di Firenze, Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, Teatro San Carlo di Napoli, Symphonica Toscanini, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino.
Come solista interpreta brani di autori contemporanei quali: Vinko Globokar, Giorgio Battistelli, Iannis Xenakis, Javier Alvarez, Georges Aperghis.

 Ha collaborato con l’attore Elio Pandolfi per performance di teatro musicale.

 Si esibisce con il duo “Plunk & Pulse” insieme al chitarrista Emanuele Segre, formazione che dal 2020 sarà impegnata in trio con il clarinettista Alessandro Carbonare per un progetto dedicato alla musica brasiliana.

 E’ è autore di arrangiamenti ed elaborazione dedicate all’ensemble di strumenti a percussione. Per il 2019 verrà pubblicata dalla Shott Music l’elaborazione per contralto e quartetto di percussioni di

“Funf Neapolinanische Lieder” di Hans Werner Henze.

 È titolare della cattedra di strumenti a percussione presso il Conservatorio di Musica G. Rossini di Pesaro.

Gianluca Saveri è attivo nel movimento Musicians for Human Rights, esibendosi con la Human Right Orchestra diretta dal M° Alessio Allegrini.